Vai al contenuto

Migranti, in gruppo Facebook di sedicenti finanzieri minacce di morte contro Carola Rackete. Vertice fiamme gialle: “Sito non è gdf”

 

FONTE REPUBBLICA.IT

 

"Ci vorrebbe in Italia un bel colpo di Stato militare per ridare ordine e disciplina". Le rivelazioni del sito The Vision nel quale si riferisce di minacce di morte e torture contro i migranti in un gruppo 'chiuso' di militari. Il vertice della finanza denuncia il fatto in procura: il sito è gestito da un finanziere in congedo dal 1996. Il ministro Tria condivide la linea di severità e fermezza adottata dal vertice gdf. Interrogazione a Tria del Pd

Un gruppo chiuso su Facebook di appartenenti alla Guardia di Finanza ed ex finanzieri pubblica minacce di morte, frasi sessiste e razziste nei confronti dei volontari delle Ong e dei parlamentari che sono saliti sulla Sea-Watch 3. I partiti del centro sinistra insorgono e chiedono in interrogazioni al ministro dell'Economia Giovanni Tria di prendere provvedimenti. Il vertice della guardia di finanza ha avviato gli accertamenti, ha denunciato il fatto in procura e ha chiarito che non si tratta del sito ufficiale del Corpo, ma di una pagina chiusa gestita da un finanziere "in congedo dal 1996".

L'ARTICOLO PROSEGUE SU REPUBBLICA.IT