Vai al contenuto

ANPI Berlino alla manifestazione di DRESDEN: “Solidarität statt Ausgrenzung für eine offene und freie Gesellschaft – Solidarietà invece di emarginizzazione per una società aperta e libera.

Il resoconto del nostro Presidente Franco Di Giangirolamo:

Una grande manifestazione antirazzista e antifascista ha attraversato sabato scorso la città di Dresden, poco avvezza a eventi  di questa dimensione e con queste parole d'ordine.

Se il mio occhio di sindacalista non mi ha ingannato, circa 30.000 persone (non certo le poche migliaia commentate da alcuni media) hanno sfilato, sotto un sole piuttosto cocente, dal punto di concentramento (Altmarket) fino al Cockerwiese, dove si sono tenuti i discorsi e le comunicazioni ufficiali delle numerose organizzazioni  che compongono la GALASSIA della  SOLIDARIETA'.

Moltissimi i giovani e i migranti, che hanno costruito una coreografia della diversità  con la musica, i colori, le parole d'ordine, gli slogan ricchi sia di fantasia che di grinta, trasformando la dimostrazione in una grande festa popolare.

Perfino l'attraversamento dei due ponti sull'Elba (piuttosto sofferente per la siccità), il Carola Brücke (una fortunata combinazione) e  l'Albert Brücke, sono stati un momento spettacolare della manifestazione.

„Non lasciamo che i nazisti manifestino e governino“ era la parola d'ordine di quello che è stato definito il Blocco Democratico, finalizzata a contrastare il successo elettorale cui punta l'AfD (Allianz fuer Deutschland) nelle prossime votazioni regionali in Turingia e Sassonia.

Tra i 1.500 berlinesi che hanno raggiunto Dresden con treni speciali, anche la modesta rappresentanza della Sezione Berlino Brandeburgo, che si è aggregata al „Berliner VVN-BdA“ e ad „Aufstehen gegen Rassismus“. Alla stazione era ad accogliermi colui che abbiamo definito il nostro uomo a Dresda, ovvero Rico Barsacchi (iscritto fin dalla nostra nascita alla nostra Sezione berlinese) e la sua simpatica famiglia, assieme ai quali abbiamo percorso la manifestazione. E' stata una ottima occasione per conoscerci e scambiare alcune considerazioni politiche oltre che per far vivere appieno la bandiera dell'ANPI che, anche se solitaria, non manca mai di farsi notare, tanto che non sono stati pochi gli italiani e i tedeschi che si sono avvicinati per chiedere informazioni e perfino per congratularsi con la nostra presenza.

Purtroppo non sono riuscito ad entrare in contatto con un altro simpatizzante che risiede a Dresda, mentre ho rilevato che da Berlino non erano pochi gli italiani che, aggregati ai vari gruppi, hanno partecipato alla manifestazione.

Una giornata certamente importante e memorabile sul piano politico, che ha confermato  sia la imprescindibilità della nostra partecipazione, che la utilità di apprenderne gli insegnamenti che ci offre, sui quali sarà bello riflettere.